Sab. Mar 2nd, 2024

Ultimo giorno dell’anno, tempo di bilanci. Un momento per guardarsi indietro prima di ricominciare a programmare il futuro. C’è soddisfazione per i dodici mesi che stanno per andare in archivio da parte di Venero “Nerino” Lo Bartolo, presidente di Albisola Pallavolo e Planet Volley. Una stagione che ha confermato il club al vertice dei campionati giovanili e la cui istantanea più significativa è la salvezza della Serie B2 da neopromossa. Una “bella salvezza” perché corrisponde a un esaltante settimo posto. Un 2023 che ha visto il palasport Besio rifarsi il look e che dopo un’estate travagliata ha visto rifiorire il settore maschile, con la squadra al terzo posto in Serie C che sta facendo tesoro dell’esperienza in Serie B nonostante la retrocessione.

Sulla Serie B2 e sui risultati conseguiti: “Non è stata soltanto una salvezza quella di quest’anno. Abbiamo ottenuto il settimo posto. Parlare di salvezza mi sta un po’ stretto. Con le giovanili abbiamo fatto bene a livello territoriale e siamo passati dalla Serie D alla Serie C maschile a livello regionale. Unica nota negativa la retrocessione della Serie B maschile”.

Una casa rinnovata: “Abbiamo iniziato quest’estate con qualche problema visto che c’erano i lavori in palestra. Ora, grazie al comune di Albisola Superiore il palasport Besio ha un nuovo volto e un nuovo parquet. Noi abbiamo aiutato l’amministrazione con alcuni lavori e realizzando una nuova sala video. La Serie B2 femminile sta facendo molto bene, siamo terzi. La Serie C maschile nonostante qualche piccolo intoppo è ai primi posti in classifica”.

Lecito sognare: “Non abbiamo fissato obiettivi particolari per le prime squadre. Per la Serie B2, per noi va bene rimanere nella categoria. In futuro, quando ci saranno le condizioni economiche ed organizzative si potrebbe anche provare un salto in Serie B1 ma ora è prematuro parlarne. La nuova riforma dello sport ci impone diverse cambiamenti a livello organizzativo”.

Albisola come la Fenice: “Abbiamo un bel numero di atleti e di atlete. Nel settore maschile c’è stata una rivoluzione quest’estate. Non  voglio fare polemica, ma “grazie” a qualche genitore e non solo abbiamo perso una squadra intera. Era la formazione che avrebbe dovuto dare linfa alla Serie C. L’Albisola non si è persa d’animo. Siamo qui da 60 anni con maschile e femminile e sarà così anche per i prossimi 60. E’ un anno di transizione per il settore maschile: noi siamo come la Fenice. Noi cresciamo dalla nostre ceneri. Se qualcuno credeva di averci messo in difficoltà si sbagliava”.

Una famiglia allargata: “Ringrazio le famiglie dei nostri atleti perché sono sempre vicine alla nostra società. Siamo tanti tra Albisola e Planet. Faccio gli auguri a tutti i nostri atleti. Ringrazio in modo particolare i nostri sponsor, senza di loro non potremmo fare attività visti i costi alti che un’organizzazione come la nostra impone. Un grazie anche al CdA e a tutti coloro che aiutano la nostra società”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *