Mar. Lug 27th, 2021

Le ragazze dell’under 13 del Planet Volley hanno vinto il titolo territoriale di categoria, un successo di prestigio che riporta dopo parecchi anni una squadra giovanile della città di Savona ai vertici del volley ligure.

Un percorso in crescendo che ha raggiunto il culmine ieri, in una domenica che difficilmente le giovani atlete potranno dimenticare. La semifinale si era messa subito male, visto che le avversarie dell’Albenga erano riuscite a imporsi 26 a 24 al termine del primo set. Una doccia fredda che avrebbe potuto abbattere la squadra. Invece, la reazione è stata positiva e il secondo parziale si è chiuso 25 a 20 in favore delle savonesi, che hanno così fatto proseguire il match fino al tie break. Spareggio per ottenere la finale chiuso 15 a 10.

La finalissima si è rivelata meno ostica della gara precedente, anche in virtù dell’iniezione di fiducia che dà un successo in rimonta. Il primo set contro il Maremola è stato stravinto con un sonoro 25 a 2, mentre il secondo, al termine del quale è scattata la festa, ha visto il Planet prevalere 25 a 17. 

Così il tecnico Sara Traman: “Già lo scorso anno, prima dell’interruzione per la pandemia, iniziavamo a vedere qualche risultato interessante in casa Planet Volley. Abbiamo poi cercato di rimanere sempre in contatto tramite videochiamate. Credo che quanto accaduto ieri sia anche il frutto del lavoro fatto lo scorso anno anche a distanza. Insieme ai miei vice Alessia Trombetta e Luca Traman siamo ripartiti a settembre con il gruppo 2007/08 allenandoci non soltanto dal punto di vista tecnico ma lavorando molto anche dal punto di vista sociale, puntando alla creazione di un gruppo. Chiaramente, quando sono riprese le competizioni a marzo, la parte relativa alla tecnica è tornata a essere preponderante. A gennaio, quando mi sono assentata per un mese per la nascita di mia figlia Sofia, Samuele Lavagna si è preso cura del gruppo e al mio ritorno ho visto dei miglioramenti importanti. Siamo riusciti ad arrivare un po’ per fortuna ma soprattutto per la voglia e la costanza delle ragazze alle final four under 15, un risultato inaspettato. Nel campionato under 13, sono state inserite ragazze delle leve 2009 e 2010, gruppo che ho seguito insieme a Elisa Traman. Il girone, nel quale abbiamo perso un solo set, è stata l’occasione per rendere tutti partecipi del gruppo. Nella seconda fase, abbiamo affrontato Maremola e Sanremo. Abbiamo capito che non tutto sarebbe stato semplice a livello di percorso visto che abbiamo perso 2 a 1 contro Maremola. Una sconfitta che ci ha fatto bene, perché le ragazze hanno iniziato a lavorare ancora più sodo di prima. E’ scattata una scintilla sia tra le atlete sia tra noi tecnici. Siamo poi riuscite ad approdare all’atto conclusivo della competizione”.

“Sapevamo -prosegue – che sarebbe stata durissima contro l’Albenga, che si era qualificata come miglior prima. Ci siamo allenate bene, sempre privilegiando la tecnica alla tattica, come reputiamo giusto fare a livello di settore giovanile. Ci siamo letteralmente mangiate il primo set, che vincevamo 24 a 22 ma che abbiamo perso 26 a 24. Negli altri due parziali siamo partite più determinate e nonostante l’ottima prestazione delle avversarie siamo riuscite a centrare la finalissima. La finale è stata diversa rispetto al concentramento, quando avevamo perso contro Maremola. In parte per la loro tensione, ma soprattutto per la nostra determinazione”.

“Questo – conclude – è il frutto della determinazione e della passione di tutte le ragazze, dal 2007 al 2010. Un grazie particolare anche a tutta la società e a tutte le persone che mi hanno aiutato in palestra”.

Le immagini della festa

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *