Sab. Ott 23rd, 2021

Albisola Superiore/Savona. Un doppio fine settimana all’insegna dello spettacolo e soprattutto del grande ritorno della pallavolo in provincia. Un evento in grado di unire e convincere, una manifestazione che ha saputo mettere tutti d’accordo in quattro giornate di sport sano e genuino.

Non si potrebbe definire altrimenti il neonato “Il sorriso di Ele”, torneo che inizialmente nella sua edizione per prime squadre e poi in quella dedicata alle leve Under 16 ha saputo appassionare permettendo alla società di Albisola Pallavolo e Planet Volley di poter considerare vinta la scommessa relativa all’organizzazione di due fine settimana di tale portata.

Uno sforzo organizzativo per cui è assolutamente valsa la pena, questo con Serteco, Normac AVB, Euromac Casale, Matec Spezia e Lilliput arrivate in provincia per competere divertendosi, spesso due termini considerati ossimori nell’ambiente sportivo. Alla fine però è stato un bilancio positivo sia per la prima edizione del torneo (che ha visto impegnate le squadre citate in precedenza oltre ovviamente all’Iglina Albisola) sia per la seconda appunto dedicata ai sestetti di categoria Under 16.

Albisola Bianca, Albisola Blu, Imperia Volley, Planet Volley, Celle Varazze e Albenga Volley, queste le società impegnate per la due giorni terminata domenica 3 fonte di soddisfazione e appassionante pallavolo. Alla fine a prevalere è stato l’Imperia Volley, questo con le ragazze ospiti presso la palestra de “La Massa” protagoniste di una performance davvero convincente.

Di seguito la classifica completa:

1ª Imperia
2ª Albisola pallavolo bianca
3ª Celle Varazze
4ª Albenga
5ª Planet
6ª Albisola pallavolo blu

Prosegue dunque la preparazione in vista della nuova stagione, questo con qualche certezza in più derivante dalle ottime prestazioni offerte dai nostri sestetti (l’Iglina Albisola di coach Valle si è addirittura classificata seconda) nei “Il sorriso di Ele”.

I tornei sono stati collegati alla raccolta fondi “Uniti per Carlo”. Vittima di un grave incidente e uscito dal coma, Carlo non riesce a deambulare autonomamente, da qui l’idea di una raccolta fondi per costruire un ascensore per facilitare l’accesso a casa e per la prosecuzione delle cure. QUI il link per continuare a donare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *