Sab. Ott 23rd, 2021

Albisola Superiore. Le dichiarazioni: “Dopo 4 anni, nei quali mi sono dedicato alle squadre giovanili , torno alla guida della prima squadra. La società mi ha chiesto di assumere questo incarico e io ho accettato con grande entusiasmo.

Ritroverò lo staff tecnico con cui ho già lavorato ai tempi della B2, Andrea Peluffo e Paolo Caviglia, che, oltre ad essere tecnici di altissimo livello, sono due amici. La preparazione fisica e atletica dei ragazzi sarà affidata alle sapienti mani di Gianluca Morano con il quale ho già lavorato l’anno scorso. La squadra ha subito un’importante trasformazione rispetto allo scorso anno. 

Della formazione che lo scorso campionato di serie C si è giocata sino all’ultima giornata la promozione in serie B sono stati confermati: Fabrizio Turco (palleggio, classe ’99), Loris Giacchino (banda, classe ’94), Luca Valdora (centrale, classe ’98), Andriy Vasylyev (centrale, classe ‘96) e Francesco Bisio (libero, classe ’99). 

Nell’ottica di un ringiovanimento voluto dalla dirigenza e dallo staff tecnico sono stati inseriti nel roster direttamente dal nostro settore giovanile: Lorenzo Rosso (palleggio, classe ’04), Luca Presciutti (banda, classe ’04), Alessandro Garbarino (banda, classe ’05), Dario Caviglia (centrale, classe ’04), Daniele Parodi (centrale, classe ’04), Marco Croci (banda, classe ’04), Thomas Apicella (libero, classe ’03) e Davide Rebagliati (libero, classe ’05).

Infine sono arrivati a completare l’organico alcuni nuovi arrivati o vecchie conoscenze: Dennis Leonelli (opposto, classe ’03), Alessandro Campi (banda, classe ’94), Emanuele Bianco (opposto, classe ’94) e Marcos Vera Burgos (banda/libero, classe ’99). 

“Dovremo essere bravi noi tecnici a valorizzare questi ragazzi perché essendo ancora molto giovani devono assolutamente crescere sia dal punto di vista tecnico che tattico, ma le basi di partenza sono ottime. Come ci siamo già detti nessun obbiettivo deve essere precluso a priori. 

Dal canto loro, i ragazzi dovranno cercare di diventare squadra nel più breve tempo possibile, cercando di oltrepassare il possibile problema della diversità di età. Siamo comunque più che soddisfatti dell’organico che abbiamo a disposizione.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *