Gio. Giu 20th, 2024

Albisola Superiore. Una nuova stagione tutta da vivere: con la ripresa degli allenamenti si è ufficialmente alzato il sipario sul nuovo corso dell’Albisola Pallavolo, un’annata ricca di novità in cui le prime squadre cercheranno nuovamente di vendere cara la pelle.

Non soltanto Serie B2 e Serie C maschile però: a prendere il via tentando ancora di rendersi protagonisti saranno anche i sestetti del settore giovanile. A guidare l’under 17 sarà la coppia Turco-Arboscello, quest’ultimo fresco di conseguimento del patentino da coach proprio come Stefano Sciutto, preparatore atletico della prima squadra femminile e coordinatore del settore S3 insieme Giorgia Malavasi.

Di seguito ecco il commento dei due neo allenatori: “Siamo contenti del traguardo raggiunto e dei risultati conseguiti (Arboscello 100/100 e Sciutto 98/100, ndr). Questo per noi non è certo un arrivo ma un punto di partenza per continuare a crescere sia come allenatori che come giocatori. Aver avuto la possibilità di avere prima Marco Pontacolone e poi negli ultimi 5 anni Claudio Agosto come allenatore ci ha dato una grossa mano; in ogni suo allenamento, ogni sua frase detta in palestra era un insegnamento. Pensiamo di essere davvero molto fortunati ad averlo ad Albisola”.

“Da giocatori – hanno proseguito i due – a volte non si capisce quanto possa essere difficile gestire un gruppo e, a permetterci di comprendere questo aspetto, è stato proprio il percorso di qualificazione intrapreso. Pensiamo che saper fare le cose sia importante, ma a fare la differenza è il modo in cui vengono trasmesse ai ragazzi. Ora speriamo di mettere a disposizione della società e dei ragazzi queste nuove competenze ottenute grazie a questo corso sperando appunto che questo sia solo un inizio”.

Infine Arboscello e Sciutto hanno concluso dichiarando: “Le cose che più ci hanno aiutato in questo percorso sono state la nostra curiosità e la voglia di metterci in gioco con colleghi e docenti, provando a far valere le nostre idee ma allo stesso tempo sapendo anche ascoltare e cogliere ogni spunto e correzione con la massima umiltà. Grazie a questo corso ora possiamo allenare tutte le categorie giovanili oltre al fare i secondi allenatori in Serie B2 femminile. La nostra idea è quella di provare già l’anno a venire a sostenere l’esame per ottenere il secondo grado allenatore che ci permetterebbe di guidare da primi allenatori una Serie B”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *