Gio. Giu 20th, 2024

Due anni fa l’Albisola Pallavolo vinceva il campionato di Serie C guadagnando l’accesso alla Serie B2. Le prospettive erano di provare a mantenere la categoria con le unghie e con i denti. Prospettiva confermata solo in parte: la salvezza è arrivata, bene due volte, ma senza eccessivi patemi. Anzi, la squadra di coach Francesco Valle ha sempre archiviato la pratica con anticipo conquistando un bel bottino di punti. Il campionato conclusosi sabato scorso vede le biancazzurre chiudere al 7^ posto con ben 44 punti conquistati.

La stagione appena conclusa era partita in salita, visto che i lavori per rendere ancora più accogliente il palasport Besio hanno avuto la controindicazione di costringere la squadra a non potersi allenare “in casa” durante la preparazione. “Abbiamo tratto giovamento dall’inserimento del preparatore Stefano Sciutto – commenta Valle -, ha introdotto lavori molto più specifici sulla pallavolo portando le sue esperienza in ambiti professionistici. Ha ottimizzato e perfezionato i metodi di lavoro. Ha lavorato in maniera egregia. Eravamo in forma anche alla fine del campionato”.

Tuttavia, l’inizio di campionato ha visto Botta e compagne collezionare tanti punti e lottare per i primissimi posti della graduatoria: “Non avere la sala pesi all’inizio è diventato una risorsa. Ci siamo allenati su cose diverse per poi caricare una volta rientrati al palasport. Rispetto al 90% delle squadre non abbiamo cambiato molte ragazze nel sestetto di partenza. Vero, cambiare il palleggio non è cosa da poco ma Anna Berruti è stata bravissima nell’interpretare il ruolo. Infine, il calendario dell’andata è stato più favorevole avendo più gare in casa”.

Poi, nella fase centrale una flessione: “Abbiamo provato a rimanere vicine alle squadre costruite per i primissimi posti. Ci sentivamo pronte per farlo e per giocarci i playoff. Ci potevamo stare tecnicamente ma non siamo pronte – forse anche fisicamente – per occupare quei posti per tanto tempo. Le prime sconfitte ci hanno fatto perdere un po’ di sicurezza. C’è stato un pizzico di inesperienza. Ci siamo innervosite e abbiamo perso un po’ di fiducia nei nostri mezzi. Tra i vari dettagli che fanno la differenza, l’aver fatto a meno di una giocatrice per due giornate perché squalificata per non aver stretto la mano a un arbitro. Penso che un po’ di tolleranza ci vorrebbe dopo tre ore di partita. Non è poi mancato qualche acciacco dal punto di vista fisico. Qualche sconfitta si poteva evitare e abbiamo sempre fatto la nostra figura. Forse per quanto visto avremmo meritato il sesto posto”.

Si dice sempre che confermarsi, passato l’entusiasmo della prima volta, sia la cosa più difficile. Così non è stato e anche l’anno prossimo l’Albisola giocherà nel campionato nazionale: “Non era scontato, abbiamo inserito ragazze giovanissime che hanno avuto un percorso giovanile importante a livello territoriale. Abbiamo giocato per quattro mesi una pallavolo di alto livello in un campionato più difficile delle scorso anno e senza squadre materasso. Mediamente era più equilibrato e quindi più affascinante.

Ora quali obiettivi? Come migliorare?: “L’anno prossimo cambieremo un po’ pelle. Un anno di esperienza ha aiutato le ragazze. Penso che un paio di innesti di categoria potrebbero aiutare a fare un salto ulteriore. Con la società stiamo parlando ma è ancora tutto in divenire. Finalmente avremo sia una Serie B2 sia una Serie C. Due realtà molto importanti in due campionati di livello.

Infine, un ringraziamento alle tante persone che hanno contribuito a creare un’atmosfera di grande partecipazione al palazzetto: “Le persone chiedono notizie a noi e sulle squadre avversarie. Abbiamo dato qualcosa alla città di Albisola ma non solo. Tante persone sono venute a sostenerci. Chi è venuto al palazzetto ha sempre visto una pallavolo molto intesa. Il pubblico è stato fondamentale specialmente nel girone d’andata. La squadra ripartirà con rinnovato entusiasmo e speriamo che sia lo stesso per il pubblico.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *